Come si formano i calli? I segreti per eliminarli

La primavera è arrivata portando con sé temperature miti e la voglia di trascorrere più tempo all’aria aperta. Nelle prossime settimane faremo il cambio stagione, inizieremo a sfoggiare indumenti più leggeri e a scoprire i nostri piedi con scarpe più aperte. Siamo però davvero pronti ad abbandonare gli strati di vestiti che ci hanno accompagnato finora?

Pensiamo ai nostri piedi che hanno sofferto il periodo invernale forse più di altre zone del nostro corpo. L’eccessiva pressione o il frequente sfregamento a cui è sottoposta la cute all’interno delle calzature potrebbe aver provocato la presenza di calli che costituiscono un fastidioso e a volte doloroso inestetismo. Siamo ancora in tempo per rimediare e prenderci cura dei nostri piedi in vista della bella stagione.

Cosa sono i calli

Il callo è un ispessimento della pelle localizzato e superficiale che si forma a causa della compressione o della frizione di una parte della nostra epidermide. Sull’area colpita si crea una protuberanza ruvida, poco sensibile al tatto e non particolarmente bella da vedere. È paradossale ma questo ispessimento è un’azione protettiva attivata dal nostro corpo per difendere la cute che subisce l’azione aggressiva.

I calli colpiscono più frequentemente i piedi ma possono presentarsi anche sul palmo e tra le dita delle mani, ad esempio a causa dell’utilizzo prolungato di strumenti e utensili da lavoro. Possono presentarsi a qualsiasi età e avere forme e grandezze diverse (duri o morbidi, duroni o tilomi). Inoltre, le cause possono essere varie: non solo un tipo sbagliato di calzatura o una scorretta postura ma anche specifiche patologie, come ad esempio il diabete.

Quando avvertiamo dolore è perché l’ispessimento della cute crea una sorta di lesione che riesce a raggiungere le terminazioni nervose. In alcuni casi, il dolore è abbastanza forte e fastidioso da rendere difficile persino camminare.

Come eliminare i calli

Sarebbe opportuno adottare abitudini che mettano al primo posto la salute dei nostri piedi. Ad esempio, dovremmo prestare più attenzione alla scelta di scarpe che favoriscono la traspirazione e combattono l’umidità trattenuta nella calzatura. Potremmo dedicare più tempo all’igiene e alla cura dei nostri piedi non dimenticando mai di esfoliare e idratare la pelle secca, ricorrendo anche a ingredienti naturali come bicarbonato di sodio, limone e olio d’oliva.

Per rendere più efficaci questi trattamenti possiamo integrare la nostra routine quotidiana con l’utilizzo di Kallo Kill, un dispositivo appositamente ideato per prevenire i calli e, laddove fossero già presenti, per dare sollievo ed eliminarli. Il dispositivo è acquistabile sul sito www.kallokill.it compilando l’apposito modulo. Kallo Kill leviga la pelle fino a renderla morbida e di nuovo sana. Le sue piccole dimensioni lo rendono facile da portare sempre con sé. Si compone di due piastre con due diverse funzioni: un’azione esfoliante, che elimina le cellule morte e combatte la secchezza, e un’azione levigante, che mira al trattamento dei calli più ostinati.

Molto semplice da usare: bisogna effettuare dei movimenti circolari sulla pelle che è stata precedente in ammollo in acqua calda per una decina di minuti. Si può scegliere tra due velocità: un’azione più gentile per pelli più sensibili e un’azione più decisa per i casi di maggiore durezza. Non va mai utilizzato se sulla pelle sono presenti ferite e lesioni ancore aperte.

Prendersi cura dei propri piedi vuol dire anche ritagliare un momento di relax e di coccole per se stessi.

Posts created 121

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top