Ascensore per disabili, le dimensioni e le misure per l’installazione: cosa sapere

Nel momento in cui vogliamo installare un ascensore per disabili in casa, dobbiamo approfondire alcuni aspetti importanti, come le dimensioni, le misure e le normative. C’è di più: in base alla funzione dell’ascensore, dobbiamo prendere in considerazione lo spazio a disposizione. Per esempio, c’è differenza tra un ascensore installato in un edificio pubblico o in un appartamento privato. Nel primo caso avremo bisogno di maggiore spazio a disposizione, mentre nel secondo le dimensioni saranno di certo più contenute.

Ascensore per disabili, dimensioni e misure

Al giorno d’oggi si sente spesso parlare dell’abbattimento delle barriere architettoniche. È essenziale garantire il passaggio alle persone affette da disabilità, in particolare nella propria abitazione. Nelle strutture che presentano più livelli, l’installazione di un ascensore è obbligatoria, ma quali sono le dimensioni di un ascensore per la casa e le misure da tenere in considerazione?

Installare un ascensore per disabili nelle nuove costruzioni

L’installazione di un ascensore per disabili nelle nuove costruzioni deve essere adattata in base alla destinazione d’uso della struttura. Per tutti gli edifici non residenziali, infatti, il progetto deve considerare una profondità di cabina minima di 140 cm, per 110 cm di larghezza. Lo spazio antistante la cabina, invece, deve avere le dimensioni minime di 150×150 cm.

Per quanto riguarda invece le nuove costruzioni a uso residenziale, sappiamo che le dimensioni minime di un ascensore per disabili sono di 130 cm di profondità e 95 cm di larghezza. Le misure della porte e dello spazio antistante la cabina in questo caso sono perfettamente variabili, da adeguare in base allo spazio a disposizione.

Installazione un ascensore per disabili nelle costruzioni preesistenti

Naturalmente è molto importante approfondire anche il caso in cui si desideri installare un ascensore per disabili nelle costruzioni preesistenti. Rispetto alle nuove costruzioni, abbiamo maggiore libertà di manovra: le misure minime sono di 120 cm di profondità per 80 cm di larghezza, con una luce netta di 75 cm. Infine, lo spazio antistante la cabina deve attestarsi su 140×140 cm.

Qual è la normativa per gli ascensori per disabili

Il Decreto Ministeriale 136/89 ha previsto la possibilità di stabilire le dimensioni e le misure precise per la costruzione degli ascensori negli ambienti pubblici e privati. Tuttavia, può essere prevista una deroga sulle misure – vale esclusivamente per gli edifici privati – e dunque le misure minime degli ascensori per disabili in casa presentano una profondità di 120 cm e 80 cm di larghezza.

Le misure del vano ascensore per disabili sono presenti nella Legge regionale n.6 del 20 febbraio 1989 (che però è valida solo per la Lombardia) e nel D.P.R. 503 del 24 luglio 1996 n.503, che regola le norme per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Si applica a tutte le regioni italiane, tranne alla Lombardia, che ha una sua Legge di riferimento.

Incentivi per l’installazione degli ascensori in casa

Per chiunque voglia installare un ascensore per disabili in casa, è possibile accedere agli incentivi: il cosiddetto bonus ascensore per disabili. È incluso nel Superbonus 110%, che è in vigore dal 1 gennaio 2021 e che è stato protratto fino al 31 dicembre 2022. L’agevolazione fiscale per l’abbattimento delle barriere architettoniche è estremamente importante: non solo include l’installazione degli ascensori, ma anche la robotica e la tecnologia per agevolare la vita delle persone affette da disabilità. Infine, è possibile anche valutare la detrazione IRPEF al 19%, poiché era stata già prevista la Legge numero 13 del 1989 per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Posts created 111

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top