Visitare la Sardegna: le cose da non perdere

Quando si parla di Sardegna, la prima cosa a cui si pensa sono le sue spiagge incontaminate, bagnate da un mare color verde smeraldo. Non a caso una delle zone sarde più famose è chiamata proprio Costa Smeralda. Visitando per la prima volta la Sardegna, si resta sorpresi quando si scopre che l'isola offre paesaggi anche montuosi e ricchezze storiche inestimabili. Nell'isola si possono visitare numerosi siti preistorici, specialmente gli enigmatici nuraghi, delle torri circolari costruite in pietra. L'isola conserva ritrovamenti di una città fenicia e di strade romane. Tradizioni locali uniche e festival particolari fanno della Sardegna una delle destinazioni indimenticabili da visitare. L'isola viene scelta ogni anno da milioni di turisti che decidono di prenotare uno dei tanti traghetti per la Sardegna e portare quindi con sè la propria auto per un lungo viaggio sull'isola.

Cagliari oltre ad essere il capoluogo dell'isola, è anche la città più popolata. Popolata da oltre 5000 anni, all'interno delle mura della cittadella le strade medievali sono strette e tortuose. Si può visitare il grande Museo Archeologico e la cattedrale di Santa Maria, risalente al XIII secolo. La città è ricca di bar, negozi e ristorantini dove svagarsi e sedersi a gustare alcune delle prelibatezze sarde. La costa sud dell'isola dona uno scorcio dell'infinita varietà offerta dal posto. Partendo dalle vie medievali e dagli alti bastioni che si ergono sopra il lungomare di Cagliari, capoluogo isolano, a pochi chilometri si trovano le antiche rovine della città di Nora, porto commerciale antico che ospitava Cartaginesi, Fenici e Romani. A est di Cagliari, in pochi minuti si arriva ad una delle favolose spiagge sarde. Il complesso di nuraghi più importante è il Su Nuraxi. Delle torri di pietra sarde, questo ne è l'esempio meglio preservato e più grande, situato a circa trenta minuti da Cagliari, questo posto è stato nominato dall'UNESCO come uno dei più affascinanti del Mediterraneo.

Dopo aver visitato le torri e l'antico villaggio che le circonda, si può visitare il vicino Museo Casa Zapata. La maggior parte dei turisti cade sotto l'incantesimo dei nuraghi, torri di cui si sa cosi poco, e scoprono presto che sono tutte molto diverse tra loro. Losa è considerato uno dei tre maggiori siti da esplorare. Il sito è illuminato da lampade ad incasso che permettono una migliore visione dei dettagli delle cupole interne. Losa è una delle torri più grandi, composta a sua volta da tre torri esterne che formano un bastione triangolare, è possibile esplorarla attraverso un labirinto di passaggi a spirale che si sviluppano all'interno delle massicce mura. Il tetto é ancora intatto ed il secondo piano della struttura ancora integro; la grande sala centrale della torre é più raffinata rispetto alle altre e ospita un piccolo museo dove sono conservati braccialetti di bronzo e altri reperti trovati nella zona.

Le spiagge nascoste, le insenature e le grotte del Golfo di Orosei, situata sulla costa centro orientale dell'isola, sono alcuni degli scenari più spettacolari del Mediterraneo. Il modo migliore per arrivare a queste insenature è attraverso il noleggio di un gommone o di una barca che è possibile affittare a Cala Gonone o, appunto, a Marina di Orosei. Si possono ammirare i delfini mentre si raggiungono le spiagge, per poi tuffarsi nelle acque cristalline e limpide, una volta arrivati. La zona che va dal porto di Olbia fino a Capo di Testa, è meglio conosciuta come Costa Smeralda. L'area è costellata da resort, villaggi turistici, hotel e locali all'ultima moda che attirano tutto il mondo dello spettacolo e della moda. Il tutto reca al posto una speciale atmosfera che la fa sembrare un'isola greca. Il centro della Costa Smeralda è Porto Cervo, una cittadina nota per i lussuosi resort e per il porto che ospita yacht privati sin dal 1960.

L'arcipelago della Maddalena è un'altra meraviglia della Sardegna. Dichiarato nel 1994 patrimonio mondiale dell'UNESCO, possiede acque talmente limpide da essere meta annuale di molti appassionati di snorkeling, che cercano fondali incontaminati nel Mediterraneo. Qui vengono organizzate escursioni in barca della durata di una giornata o mezza giornata, che consentono di visitare piccole spiagge ed insenature raggiungibili solo via mare. Le visite si dirigono verso le isole di Spargi, Budelli, dove si può ammirare la famosa spiaggia rosa, Caprera e, infine, La Maddalena. L'isola della Maddalena richiede una sosta più lunga, essendo anche più grande. L'idea migliore è quella di noleggiare un'auto e partire per un tour indipendente dell'isola, alla scoperta delle sue spiagge e dei suoi luoghi incontaminati, capaci di togliere il fiato.

Posts created 18

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi